Attrezzature


Attrezzature di produzione in area pozzo

Attrezzature di produzione in area pozzo

Esperienza e flessibilità permettono ad Italfluid di fornire o costruire diverse tipologie di attrezzature per il trattamento degli idrocarburi, rispettando le esigenze tecniche dei Clienti offrendo la possibilità di mettere in produzione i pozzi in tempi brevi ed in modo affidabile e sicuro, mantenendo il più alti standard QHSE (Quality, Health, Safety & Environment).

Generalmente l’effluente del pozzo viene separato nelle diverse fasi componenti mediante separatori bifasici, trifasici ed LTX (sistemi di separazione Joule-Thomson ).

Ottenuta la stabilizzazione del greggio, secondo i casi, quest’ultimo viene trasferito nelle autobotti o inviato in condotta.

I condensati possono essere stabilizzati mediante torri evaporative e stoccati in serbatoi di diverse tipologie, con capacità che vanno dai 46 metri cubi fino a 1000 metri cubi  per i serbatoi a tetto flottante.

Il gas può essere immesso nel gasdotto o bruciato in termocombustori che consentono di ridurre l’impatto ambientale grazie alla buona combustione stechiometrica ed ai bassi valori di rumorosità. Se richiesto, il gas può essere trattato con apposite attrezzature (impianti di disidratazione, compressione, ecc.) per ottenere le specifiche fisiche volute dal Cliente (dewpoint acqua e idrocarburi).

Dopo la separazione delle fasi che compongono l’effluente, si procede con le analisi quantitative delle fasi separate tramite le misurazioni fiscali secondo le normative vigenti (ISO, AGA, ecc) ed infine con i campionamenti per le analisi qualitative.

Delle attrezzature di cantiere fanno parte anche i sistemi antincendio, di sicurezza e monitoraggio d’impianto, fiaccole standard e/o specifiche per l’abbattimento di gas tossici, generatori con cabinati elettrici e compressori per la produzione d’aria ed azoto. Questi ultimi sono generalmente dimensionati per essere alimentati con la tipologia del gas di scarto del trattamento, al fine di aumentare l’efficienza produttiva dell’impianto, controllare e limitare la quantità di gas bruciato in fiaccola.